Le cose di Gennaio (preferiti film, Yankee Candle, telefilm, app ecc.)

Questo mese comincerò il post dei preferiti con la categoria candele, più precisamente con la Yankee Candle nella profumazione “Macaron treats” (ho preso la giara grande scontata del 30% alla Coin, quindi un affarone :) ), l’avevo già nella versione tart, e pur non amando le profumazioni dolci questa mi ha conquistata subito perchè sa proprio di pasticcini e non è per niente stucchevole.

La descrizione ufficiale è “Il classico macaron parigino con note di vaniglia, mandorla e zucchero”.

Se la trovate vi consiglio di provarla perché merita (magari avrei evitato la colorazione verde prato, ma questo solo per questione di gusto).

 

 

Per la categoria sfizi, questo mese vince a mani basse la coperta a forma di coda di sirena – i lettori sanno che in inverno le copertine da lettura non sono mai abbastanza! – :) Online se ne trovano milioni di link, sia italiani che stranieri (infatti io l’ho presa su un sito estero), ma se avete Amazon Prime ce ne sono anche con le spese gratuite e spedite da Amazon, quindi già in Italia ;) (foto presa dal web)

 

Per quanto riguarda la categoria film, finalmente ho visto il famoso “La la land“, che è candidato a ben 14 Oscar, e l’ho adorato. Si tratta di una commedia che occhieggia al musical, ma solo in piccola parte, infatti direi che può piacere anche a chi non ama questo genere. Ho adorato la scenografia, la fotografia, le canzoni, il sorriso di Emma Stone e persino Ryan Gosling, che come attore non ho mai considerato particolarmente ma devo ammettere che insieme hanno una grande sintonia, ne sono la prova certi sguardi che raccontano più di mille battute. 

E’ un film che omaggia le vecchie commedie hollywoodiane, e lo fa in maniera davvero eccellente.

Lo consiglio tantissimo, perché in qualche modo ci si ritrova un pizzico di quella magia.

Questo mese ho anche un documentario preferito, si tratta di “S. is for Stanley“, che è attualmente in rotazione su Sky Arte e on demand. E’ la storia dell’amicizia trentennale tra Stanley Kubrick ed Emilio D’alessandro, l’autista di origine italiana che ha saputo conquistare subito la sua stima al punto di diventare assistente presto personale ma soprattutto amico del grande regista. Attraverso video e materiale di scena (soprattutto i tantissimi biglietti con i  quali Kubrick comunicava istruzioni e quant’altro ad Emilio) viene ricostruita una storia meravigliosa e commovente, che mi ha emozionata e sorpresa nel finale, e mi ha fatto anche molto sorridere. Il documentario è diretto da Alex Infascelli, ha il David di Donatello nel 2016 come miglior documentario, ed è tratto dal libro di Emilio D’alessandro “Stanley Kubrik e me“.

Per quanto riguarda i telefilm questo mese ho visto soltanto una serie nuova, cioè “Una serie di sfortunati eventi“, tratta dalla serie di libri per ragazzi “Lemony Snickets”, di cui qualche anno fa avevo visto il film con Jim Carrey. Non ho letto i libri quindi il mio giudizio non può essere proprio completo, anche perché devo vedere ancora il finale, ma devo dire che ho trovato la serie realizzata molto bene, e con una scenografia spettacolare come tutti i prodotti Netflix del resto.

Come video musicale, il più emozionante che ho visto a Gennaio è senz’altro “Palle di Natale (Smile it’s Christmas day)“, del Progetto Giovani, ossia i ragazzi del reparto oncologico dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Si può contribuire a questo bellissimo progetto acquistando la canzone su Itunes, qui.

Per le app, vi ho parlato nel post sulle mie ultime letture di Audible di Amazon, grazie alla quale sto ascoltando la tetralogia dell’amica geniale di Elena Ferrante con grande soddisfazione :)

Invece per gli eventi, il preferito è stato sicuramente la rappresentazione teatrale di “L’anatra all’arancia” con Luca Barbareschi e Chiara Noschese, che ho visto al teatro Eliseo l’8 gennaio, ultimo giorno di repliche (dovevo andarci a Santo Stefano ma causa influenza ho dovuto rimandare). La commedia è abbastanza famosa (ha debuttato a teatro nel 1973 con Franca Valeri e Alberto Lionello, e nel 1975 è diventata anche un film con Monica Vitti ed Ugo Tognazzi. A me questo adattamento è piaciuto moltissimo, soprattutto per quanto riguarda il personaggio di Gilberto (ossia Barbareschi) che ho trovato particolarmente centrato e divertente.

 

Infine, le notizie dal web che più mi hanno colpita lo scorso mese sono state:

La mamma che costruisce una casa intera guardando i tutorials di Youtube – chapeau

Il giovane attore che adotta letteralmente la vicina novantenne in fin di vita 

Il cappuccino sospeso per i senza dimora a Tor Bella Monaca 

Il mistero degli ovetti naufragati su un’isola tedesca :)

Bene, queste sono le cose che hanno caratterizzato più o meno il mio mese di Gennaio, com’è andato il vostro?

Tags: , , , , , ,

  1. andreapac’s avatar

    gennaio alla grande, girottolato per la Toscana: Lucca, Pisa, Pietrasanta e una capatina a Bologna per una pattinata sul ghiaccio. Tanto lavoro anche e una sana giornata in una SPA Elvethia di Porretta.
    Roma a primavera ma ci sarò per un paio di giorni.
    Su quel palcoscenico anche te Misia

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Codice di sicurezza: