Le cose di Giugno (Giardino di Ninfa, Vivian Maier a Roma #preferitidelmese)

Il mese di Giugno appena trascorso, è cominciato con la visita al Giardino di Ninfa, un bellissimo parco naturalistico che si trova in provincia di Latina e che consiglio sicuramente a chi vive nel Lazio e non l’ha ancora visitato (è aperto soltanto in alcune date, per le quale vi rimando al sito ufficiale). Io ero già stata lì nella primavera del 2012 ma devo dire che si tratta di uno di quei luoghi talmente meravigliosi e diversi in ogni stagione dell’anno, che sono stata davvero molto felice di tornarci a distanza di tempo, e magari la prossima volta mi piacerebbe vederla con i colori autunnali 

 

Poi sono riuscita a visitare la mostra di Vivian Maier nel Museo di Roma in Trastevere (museo davvero bello, di cui da tempo volevo vedere la collezione permanente, prima o poi ci riuscirò :P ), che era stata inaugurata lo scorso Marzo. Di Vivian Maier avevo visto su Sky il bellissimo documentario “Alla ricerca di Vivian Maier”, che raccontava l’incredibile riscoperta di quella che si è rivelata una delle più grandi fotografe del ’900 (purtroppo scoperta postuma).  Adoro le sue foto e la mostra è stata davvero interessante, purtroppo ora è conclusa ma se siete interessati ad approfondire l’argomento vi consiglio di cercare le sue foto online.

 

Passando a cose più comuni, come la categoria telefilm, a Giugno ho seguito soltanto due serie, una nuova e una attualmente in corso. Quella nuova è “I Durrell”, tratta dal bellissimo romanzo autobiografico “La mia famiglia e altri animali” del naturalista Gerald Durrell, che ho letto qualche estate fa e ricordo come uno dei libri più brillanti mai letti. E’ una miniserie in 8 puntate andata in onda su Laeffe quindi si trova ancora on demand su Sky (che questo mese mi ha fatto il bellissimo regalo di mettere gratis per tutti gli abbonati i “Box set” ovvero le serie tv complete da vedere on demand, e sicuramente recupererò più di una serie che avevo perso :) ). L’ho trovata fatta molto bene, con i costumi ricostruiti alla perfezione e scenari meravigliosi. A differenza del libro, forse si dà leggermente meno importanza alla parte dedicata alle minuziose scoperte del mondo animale del piccolo protagonista Gerry, cosa per me non fondamentale :D Penso sia in cantiere una seconda serie basata sui successivi libri di Durrell.

L’altra serie è “The Good wife“, ambientata nel mondo degli studi legali, di questa avevo visto la pubblicità dell’inizio della settimana stagione su Sky e mi sono decisa a recuperarla; sono ancora alla seconda ma per il momento mi sta piacendo abbastanza (non tanto grazie alla protagonista ma in particolare Chris Noth, indimenticato Mr.Big di “Sex &the city”). 

 

Invece per quanto riguarda i film, me ne sono piaciuti 2 che ho trovato davvero belli. Il primo è “The meddler” commedia con una strepitosa Susan Sarandon, l’altro è “Wish I was here” (il trailer in italiano non esiste ma fidatevi, è una commedia davvero originale e molto tenera) con Zach Braff e Kate Hudson.

Un discorso a parte merita il film biopic sugli Oasis, “Supersonic“per il quale devo ringraziare sempre Sky, visto che era uscito al cinema soltanto per due giorni l’anno scorso. Gli Oasis sono la mia band preferita degli anni ’90 e il fatto che si siano sciolti per me è ancora una spina nel fianco ma vabbè :/ tra l’altro questo mese c’è stato anche il concerto benefico “One love Manchester”, al quale ha preso parte Liam Gallagher che ha cantato “Live forever” con Chris Martin dei Coldplay, che a sua volta poi ha cantato “Don’t look back in anger” (una delle canzoni che più amo in assoluto) con Ariana Grande.

Per la categoria musica, oltre alle canzoni di cui sopra, mi sono piaciuti due video che ho trovato molto simpatici, il primo è “Riccione” di Thegiornalisti, l’altro è di Levante feat. Max Gazzè e si chiama “Pezzo di me“.

Trasmissione del mese, “Un libro per due” di Laeffe, canale che quando parla di libri mi fa venire sempre gli occhi a cuoricino! :) Si tratta di un talk show letterario dove un gruppo eterogeneo di persone parla di libri, alternandosi a coppie e aprendo così interessanti dibattiti, mi sta piacendo davvero molto questo format. 

 

Questo mese ho anche una nuova app preferita, si tratta di  ”My therapy“, un promemoria per medicine di qualunque tipo, che (dopo aver compilato nei vari campi i nomi delle medicine, la tipologia e la posologia) crea dei reminders sia sonori che popup per non dimenticarsene. L’ho trovata davvero ben fatta e utile.

Tra i preferiti i Giugno anche Sailor Moon Crystal, ebbene sì un cartone :D Sailor Moon però lo guardavo agli inizi degli anni 90, sebbene fossi già alle superiori mi è sempre piaciuto molto e figuriamoci se potevo perdermi il remake :) Rai Gulp ha appena mandato in onda il terzo arco delle avventure delle famossime guerriere Sailor (che credo si trovi ancora su RaiPlay), e devo dire che ho trovato questa nuova serie molto ben fatta. Così come anche tanti anni fa, penso che contenga dei valori molto positivi, i più importanti, e devo dire che in alcuni pezzi come ricordavo non è per niente edulcorato, anzi, a distanza di anni confesso mi ha strappato ancora qualche lacrimuccia. 

Infine, link che mi hanno colpita particolarmente nel mese di Giugno: Il bat-segnale che ha illuminato la notte di Los Angeles per omaggiare Adam West, primo Batman.

Questa storia successa a Londra.

Queste sono state più o meno le cose che hanno caratterizzato il mio mese di Giugno, com’è andato il vostro?

Buona estate a chi passa di qui :)

 

Tags: , , , , , , ,

Un commento

Feed dei commenti

  1. antoniodelsol’s avatar

    un Giardino analogo esiste sull’isola d’Ischia, lo chiamano “il Giardino degli Inglesi”….. è da visitare. Io l’ho visitato qualche anno fa ed è uno spettacolo meraviglioso.
    Ciao cara Misia, buone vacanze!

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Codice di sicurezza: